Gomorra4 ..Il nuovo Genny

Gomorra4 ..Il nuovo Genny

Accept All cookies
Condividi la news

Quanta insoddisfazione può provare l’erede al trono di un Clan che non si senta all’altezza del ruolo? Difficile credere che sia lo stesso attore ad interpretare le due facce dello stesso personaggio. Al di là del radicale cambiamento fisico avvenuto in corso d’opera, colpisce il capolavoro fatto da Salvatore Esposito sulla trasformazione emotiva di Genny. Da grande performer, tuttavia, Salvatore, nella seconda parte della storia, conserva la frustrazione iniziale del suo personaggio, trasformandola in carattere più complesso, arricchito da stati d’animo proprio solo di attori consumati.

Genny è l’unico personaggio della serie che non ha fatto altro che migliorare esponenzialmente e tutto quello che gli ruota attorno e che gli è successo dopo essere tornato dall’Honduras è straordinariamente atipico.

Il Gennaro della prima serie è un ragazzo semplice, impacciato, addirittura timido, e questo non intacca in nessun modo la sua credibilità o la sua posizione nella serie. Dalla seconda serie sta alla pari di Ciro, totalmente, nonostante quest’ultimo abbia tutte le caratteristiche ipotetiche per sovrastarlo nel processo di immedesimazione del pubblico. Anzi: Ciro è un personaggio molto più scontato, perché alla fine il potere lo travolge, come nella più classica delle situazioni, e perde ogni spinta iniziale di crudeltà. Vuole redimersi.

Genny no: spara al cane che la madre ha adottato per sostituirlo, si lega in modo tacito all’uomo che l’ha uccisa, tradisce la fiducia del padre innumerevoli volte fino al parricidio indiretto, fa andare il padre della propria moglie in galera (spingendo quest’ultima a volere lo stesso), e nonostante questo non prova alcun rimorso. Mai. Non c’è nessun valore collettivo—sociale, religioso, o familiare che sia—a cui è devoto o con cui deve fare i conti.

Tutta la sua volontà di potenza, dalla sua villa lontano da Napoli fino alla strada di Scampia in cui viene abbandonato dopo il pestaggio voluto dal suocero, non sta tanto nella ricerca del potere, ma nell’emancipazione da quei valori che riteniamo positivi e accattivanti.

Siete curiosi di vedere come procede la traiettoria ascendente di un personaggio così particolare? Non vi resta che attendere Gomorra4. Stat senza pnsier e godetevi questo video esclusivo realizzato da Sky Atlantic

Iscrivetevi alla newsletter / subscribe to the newsletter


How much dissatisfaction can the heir to the throne of a Clan feel that does not feel up to the role? It is hard to believe that the actor himself interprets the two sides of the same character. Beyond the radical physical change that took place during the course of the work, it hits the masterpiece made by Salvatore Esposito on the emotional transformation of Genny. As a great performer, however, Salvatore, in the second part of the story, retains the initial frustration of his character, transforming it into a more complex character, enriched by moods just for consumed actors.

Genny is the only character in the series that has done nothing but improve exponentially and all that revolves around him and that happened to him after returning from Honduras is extraordinarily atypical.

The Gennaro of the first series is a simple boy, awkward, even shy, and this does not affect in any way his credibility or his position in the series. From the second series he stands at the same level as Ciro, totally, despite the latter having all the hypothetical characteristics to overwhelm him in the process of identifying the public. Indeed: Ciro is a much more obvious character, because in the end the power overwhelms him, as in the most classic of situations, and loses all initial impetus of cruelty. He wants to redeem himself.

Genny no: shoot the dog that the mother has adopted to replace him, he binds tacitly to the man who killed her, betrays the trust of the father countless times until the indirect parricide, makes the father of his wife go to jail ( pushing the latter to want the same), and despite this does not feel any remorse. Never. There is no collective-social, religious, or family value that is-to which it is devoted or to be reckoned with.

All his will to power, from his villa far from Naples to the road of Scampia in which he is abandoned after the beating wanted by his father-in-law, is not so much in the pursuit of power, but in emancipation from those values ​​that we consider positive and captivating.

Are you curious to see how the upward trajectory of such a particular character proceeds? You just have to wait for Gomorra4. Stat without pnsier and enjoy this exclusive video made by Sky Atlantic

Facendo clic su "Accetta tutti i cookie", accetti la memorizzazione dei cookie anche di terzi sul tuo dispositivo, per migliorare la navigazione del sito e per mostrarti annunci pubblicitari. Per informazioni sui cookie, o per disabilitarli, leggi
La policy sui Cookies
Cookie Settings
Accetta tutti i Cookies
Facendo clic su "Accetta tutti i cookie" o chiudendo il banner, accetti la memorizzazione dei cookie anche di terzi sul tuo dispositivo, per migliorare la navigazione del sito e per mostrarti annunci pubblicitari. Per ulteriori informazioni sui cookie, o per disabilitarli, leggi
la policy sui Cookies
Accetta tutti i Cookies